Sandro Savino

sandro-savino-piano
Nato il 5 dicembre 1980, Sandro Savino comincia a suonare il pianoforte all’età di 9 anni. Nel 1992 entra nel Conservatorio Duni di Matera, dove riceve la sua prima formazione classica. Nel 1994, dopo aver ascoltato un concerto di Michel Petrucciani durante il festival “Umbria Jazz”, all’età di 13 anni decide di suonare musica jazz. Dal 1994 al 2000 frequenta i corsi di piano, armonia e arrangiamento jazz a Matera presso l’Onyx Jazz Club. Dal 2000 al 2004 vive a Roma dove studia presso la Scuola Popolare di Musica di Testaccio. 
Nel 2004 si trsferisce a L’Aia in Olanda dove nel 2009 si diploma in piano jazz presso il Conservatorio Reale. Nel 2011 ottiene il titolo di Master in piano jazz con la tesi “Parla Petrucciani” presso il Conservatorio CodArts di Rotterdam in Olanda. 
In Italia studia anche con Enrico Pieranunzi, Dado Moroni, Franco D’Andrea e Kenny Barron; in Olanda con Frans Elsen, Rob van Bavel, Rob van Kreeveld, Peter Beets, Juray Stanik e Kris Goessens. 
Sandro partecipa a numerosi workshops sia in Olanda che in Italia organizzati con alcuni dei più famosi musicisti jazz al mondo.


Esibizioni e Concorsi


Nel 2006 viene scelto per esibirsi alla presenza del Principe Willem Alexander, oggi Re d’Olanda.
Nel febbraio 2008 si esibisce con la Big Band del Conservatorio Reale diretta dal pianista e compositore Jim McNeely. Nel marzo dello stesso anno suona con la Big Band del Conservatorio Reale insieme a Brandford Marsalis. 
Nel 2009 si esibisce a Roma con la Big Band del Conservatorio Duni di Matera diretta da Oscar del Barba.
Nel 2009 partecipa alla competizione per pianoforte jazz promossa dalla “Young Pianist Foundation” ad Amsterdam, dove viene selezionato tra i sei migliori giovani pianisti jazz dell’Olanda. La commissione giudicatrice è composta da pianisti del calibro di: Enrico Pieranunzi, Antonio Faraò, Jacky Terrason, Bobo Stenson, John Taylor e Karst de Jong.
Il Cd “Live at Bimhuis, 24 & 25 january 2009” ,distribuito in Europa dalla Challenge records, raccoglie le migliori perfomances della competizione, tra cui la sua composizione “Dear Stella”. 
Successivamente partecipa e vince concorsi in Italia e in Olanda come miglior pianista e miglior gruppo tra cui “Luca Flores”, “Tuscia in Jazz”, “La Spezia Jazz” e diversi altri.
Da oltre 10 anni suona con diverse formazioni in festivals e concerti in Italia, Olanda, Francia, Regno Unito, Croazia, Germania, Slovenia, Spagna e Portogallo.

Progetti e Competenze

Nel 2009 registra con Jazzentinean Project l’album “The Line” presso “Esound Studios”, Weesp ,Olanda. L’album esplora le possibili combinazioni tra il jazz e la musica tradizionale dell’Argentina settentrionale.Suo il brano “Let’s see”.
Nel 2013 registra, con la Big Band diretta da Oscar del Barba e con la partecipazione di Dave Liebman, l’album “Two suites For Jazz Orchestra” edito dalla casa discografica Newyorkese Dot time records. 
Nel giugno 2015 registra l’ album di debutto della band Inedits dal titolo “Vortex” presso lo studio O.A.P. record di Den Haag in Olanda. 
Nel settembre dello stesso anno partecipa alla registrazione dell’album “Roma-Rio” con due suoi arrangiamenti. L’album, registrato presso lo “Studio Carte Postale” di Savigny in Svizzera, ripropone i classici della musica italiana in chiave bossanova.
Ha composto oltre venti brani, e la sua e’ una costante ricerca di nuove sonorita’ dove il ritmo gioca un ruolo determinante. La sua musica fonde la tradizione afroamericana con la sperimentazione scquisitamente europea. 
Vincitore nel 2014 del bando pubblico “Nuovi Fermenti” indetto dalla regione Basilicata con il suo progetto musicale “KasKasMania”.
E’ il presidente dell’associazione culturale “Sincope”. Sandro parla correntemente Inglese, Spagnolo, Portoghese e Olandese.

Dal 2007 insegna privatamente pianoforte, armonia, tecniche d’improvvisazione ed arrangiamento. 
Da marzo 2015 insegna “pianoforte per strumenti e canto jazz” presso il Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.